Parliamo ancora di PNL / Programmazione neuro-linguistica, con un articolo sui primi anni di questa disciplina chiamato I 7 Geni della PNL. Questo articolo è la traduzione adattamento di un articolo di Michael Hall dalla sua newsletter “Neurons” e in un certo senso apre altri modi di vedere la nascita dalla PNL (Rispondendo anche alla domanda “chi sono i creatori della PNL?). Devo ammenttere che capita frequente che non io sia d’accordo con le conclusioni di Michael (troppo “mentale” e ormai Grinder mi ha portato su un’altro cammino :-) ma sempre ci sono tantissimi spunti su cui pensare. E questa secondo me è la cosa più importante. La scheda su Micheal Hall è qui.

I 7 Geni della PNL

di Michael Hall

Vi voglio raccontare una storia: non posso affermare che sia assolutamente corretta, potrei essere fuori strada, ma resta comunque il miglior modo di pensare e di capire le origini della PNL, almeno per quanto le conosco io a tutt’oggi.
Se volete sapere di più riguardo alle origini della PNL ho scritto molti articoli (link agli articoli). Potete comparare gli articoli anche al libro The Wild Days Of NLP di Terence L. McClendon (recensito da cocooa qui) così come al libro di Grinder e Pucelick The Origins Of NLP (recensito da cocooa qui )e alle rispettive recensioni.

Malcolm Gladwell ha affermato nel suo famoso libro The Tipping Point (in Italiano: ) che quando c’è un movimento sociale di cambiamento alcune persone hanno più importanza di altre. Questo perché quando le persone sono in un gruppo la responsabilità dell’agire è dispersa. Tuttavia ci sono tre reagenti di cambiamento in un movimento sociale che portano il fenomeno al mondo. Questi tre ruoli sociali chiave sono il maven, cioè l’esperto, il connector, colui che mette insieme le persone e il salesman, ovvero il venditore.

Malcolm Gladwell continua scrivendo che ci vogliono tutti e tre questi ruoli per iniziare effettivamente un movimento. Quindi, usando questo template dobbiamo chiederci:

  • chi ha avuto questi ruoli all’origine della PNL?
  • Chi era il perito, chi il connettore e chi il venditore?

Ecco qui le mie risposte.

Connectors (Connettori)

I connettori sono le persone che hanno il dono speciale di aggregare le persone. Quello che fa diventare una persona un ottimo connettore è il fatto che essa conosce tantissima altra gente e che possiede la capacità di essere interessata a fare amicizie e conoscenze. Ai connettori piacciono le persone, piace star loro a contatto e vedere come le connessioni tra di esse crescono e migliorano, cioè quella che oggi può essere chiamata intelligenza sociale. I connettori sono coloro che possiedono, appunto, un alto grado di intelligenza sociale.

Abbiamo detto che il connettore svolge il ruolo di mettere insieme le persone, crea collaborazioni e coalizioni e riesce a tenere un gruppo unito. La persona che aveva le sufficienti abilità interpersonali per riunire le persone e farle lavorare insieme era di sicuro Frank Pucelik.

Frank Pucelik

Leggi qui la scheda su Frank Pucelik, il terzo uomo della PNL

Frank Pucelik era già sposato con Judith DeLozier quando si è traferito a Santa Cruz. Era appena tornato dalla guerra del Vietnam quando si è iscritto al Kresge College (agli inizi del 1971). Quando ha conosciuto Richard Bandler sono diventati buoni amici sin da subito.

Era proprio Frank ad organizzare le cose al college affinché si potessero fare le classi di gestalt per avere dei crediti all’università. È sempre stato Pucelik che ha fatto unire John Grinder e Richard Bandler. Frank e John sono divenuti ottimi amici al punto che (e qui ci scappa il momento gossip Ndr) quando Judith DeLozier e Frank si sono separati e Judith ha iniziato ad uscire con John, quest’ultimo ha cresciuto uno dei suoi figli.
Frank è stata la persona che ha creato il primo gruppo di persone che ha dato origine alla PNL, il quale era composto da 17 membri (tutto questo raccontato nel libro The Wild Days Of NLP), oltre ad essere la persona che organizzava, l’interfaccia tra i due mavens che studiavano le tecniche e le persone che poi andavano a praticarle.

Mavens (Esperti)

Maven è una parola Yiddish che vuol dire “coloro che accumulano conoscenza” e da cui deriva anche la parola maverick. I mavens, quindi gli esperti / i periti, sanno delle cose che altri non conoscono.

Come broker di informazioni sono dei grandissimi lettori, grandi ricercatori e sono delle persone che hanno un accesso speciale alla conoscenza. Tutti gli esperti che hanno conoscenza e abilità sociale possono iniziare quella che viene definita l’epidemia word-of-mouth, cioè del passaparola.

All’origine della PNL le persone che avevano delle particolari abilità e conoscenze erano ovviamente Richard Bandler e John Grinder.

John Grinder

leggi la scheda su John Grinder Qui

Grinder era un esperto nella grammatica trasformazionale anche perché ovviamente era già la sua area di specializzazione prima ancora di conoscere la PNL. Quando ha fatto il suo dottorato in grammatica trasformazionale ha lavorato con il creatore/fondatore di questa disciplina che è Noam Chomsky, oltre ad aver lavorato con l’altro fondatore della psicologia cognitiva, George Miller, addirittura nel suo laboratorio.

Due anni prima di creare la PNL, datata 1975 con la pubblicazione La struttura della magia, John Grinder e Suzette Haden hanno pubblicato un libro che si può definire come la versione beta del metamodello, chiamato Guida alla grammatica trasformazionale: storia, teoria e pratica.

Richard Bandler

Bandler, invece, aveva un’abilità speciale rappresentata dalla sua abilità di ricopiare e mimare le abilità in maniera così ottimale che è riuscito ad imparare i pattern di Perls, della Satir e di Erickson senza nemmeno sapere com’era in grado di farlo. (Altro momento gossip: , NdManolo) Richard Bandler non è mai stato un matematico o un programmatore di computer. È vero che quando si trovava al Kresge College, all’età di vent’anni, ha fatto delle lezioni in queste materie, ma tutti e due i suoi dottorati, sia il minor che il major, sono in psicologia.

Salesmen (Venditori)

I venditori sono quelle persone che possiedono abilità di persuasione. Potrebbero esserlo grazie alla loro energia, al loro entusiasmo, al loro charme, della loro abilità oratoria ecc… Solitamente creano un rapporto basato sulla fiducia e sono capaci di comandare le persone.

I venditori sono le persone che riescono a portare fuori la conoscenza specializzata dalla cerchia ristretta degli esperti a un pubblico molto più ampio. Non sono stati né Richard Bandler né John Grinder ma bensì sono stati altri quattro: Robert Dilts per primo, poi Steve e Connirae Andreas (marito e moglie) e poi di sicuro Anthony Robbins.

Robert Dilts

Roberts Dilts per tutti i suoi studi quando ancora era uno studente che stava ottenendo il master (successivamente pubblicato come libro), così come quando Bandler e Grinder gli hanno consigliato di scrivere un libro il quale si è rivelato il primo volume sulla PNL dal grosso successo commerciale.

Steve e Connirae Andreas

Gli Andreas hanno fatto lo stesso pubblicando quattro libri assolutamente seminali che (usciti in Italia per l’astrolabio, i famosi “gialloni”) sono Frogs Into Princes (La Metamorfosi Terapeutica), Trance-Formations (Ipnosi e Trasformazione), Reframing (La ristrutturazione) e Using Your Brain For A Change (Usare Il Cervello Per Cambiare). Questi quattro libri sono quelli che hanno portato la PNL nel mondo della psicoterapia.

Trance-Formations, per esempio, ha venduto 380,000 copie e questo l’ha fatto diventare a tutti gli effetti uno dei libri più venduti nel campo della psicoterapia di quegli anni. Steve Andreas è anche la persona che ha portato credibilità nel campo della PNL perché per moltissimi anni è stato uno dei leader nella gestalt therapy, quando era conosciuto ancora come John Stevens. È stata la persona che ha organizzato durante l’Ericksonian Conference dei seminari di PNL e quindi ha fatto un grande lavor di propagazione.

Anthony Robbins

Poi c’è Anthony Robbins, Anthony che invece ha alzato tutto questo ad un altro livello. In pratica ha preso un pratictioner di NLP l’ha messo dentro un libro che è Unlimited Power (in Italiano: Come Ottenere il Meglio da Sé e dagli Altri) vendendo milioni di copie e ancora adesso è un libro stravenduto. Poi, con delle mosse di marketing strepitose ha reso la PNL conosciuta, quantomeno per nome, a milioni di persone e ancora adesso, quarant’anni dopo, continua ad influenzare tutte le persone con le sue parole.

Riassumendo: chi ha creato la PNL?

Quindi, quando viene chiesto chi ha creato la PNL, la risposta secondo me non né semplice né singola. C’è stato bisogno di una comunità per crearla. Richard, come l’esperto, ha dato spunto alle infinite possibilità di imparare tramite il modellamento, John è stata la persona che ha portato la codifica del funzionamento di questo modello, Frank è stato colui il quale a tutti gli effetti ha sviluppato una comunità di persone che potevano testare e migliorare tutti i modelli (Il metamodello, il sistema rappresentazionale, il modello delle strategia, il cinematic model ecc…), poi è stato soltanto grazie a Robert Dilts, gli Andreas ed Anthony Robbins che la parola è andata da sola, si è sparsa per i fatti suoi.
Ognuna di queste persone, ognuno di questi geni ha collaborato per creare il movimento come campo.
Senza di loro la PNL non sarebbe quella che è adesso e probabilmente non sarebbe nemmeno mai esistita.

Tutta la comunità si è sviluppata dal momento che questi sette geni si sono incrociati. E’ grazie al lavoro estenuante dei due gruppi originali che al Programmazione Neuro-linguistica (prima che la PNL si chiamasse PNL a dirla tutta NdManolo) è diventata quella che conosciamo oggi, E’ stato ul lavoro corale.

E chi sono i santi patroni della PNL?

Beh, nient’altro che Abraham Maslow e Carl Rogers. Entrambi sono quelli che hanno stabilito le premesse e i principi della psicologia umanistica e che adesso sono diventate le presupposizioni della PNL.

Hanno stabilito l’idea che ci sia un lato salutare della natura umana, quello che io adesso chiamo “lato luminoso” in contrasto a quello che c’era fino a quei tempi, cioè il lato oscuro e malato. Tra l’altro quello che molti non sanno è che il Kresge College, in quanto college sperimentale è nato nel 1971 era dedicato totalmente alle idee di Rogers: avrebbe potuto tranquillamente essere chiamato Carl Rogers’ College, anche se è stato denominato così in favore della persona che ha fornito i mezzi economici per la sua costruzione.

Queste erano le persone che hanno concettualmente portato il movimento del potenziale umano dagli anni ’40 fino agli anni ’60 e sono loro che hanno permesso ad una seconda generazione di leader di portare questo movimento ad un livello altissimo. Queste persone della seconda generazione erano ovviamente Bateson, Perls e la Satir… anch’essi grandi influenzatori della PNL (ma è un’altra storia).

 

Selezione dei libri di PNL degli autori citati

Come Migliorare il Proprio Stato Mentale, Fisico, Finanziario
Manuale di psicologia del cambiamento

Voto medio su 30 recensioni: Buono


Come Ottenere il Meglio da Sé e dagli Altri

Voto medio su 50 recensioni: Da non perdere


Cambiare le Convinzioni con la PNL
(I livelli di pensiero) – Come intervenire sulle forme di pensiero che ostacolano il raggiungimento degli obiettivi nella vita, nella salute e nel lavoro

Voto medio su 2 recensioni: Scarso


Il Potere delle Parole e della PNL (Sleight of Mouth)
I modelli linguistici della Programmazione Neuro-Linguistica per cambiare le convinzioni limitanti

Voto medio su 5 recensioni: Buono


Innovazioni in PNL
Nuovi modelli, strumenti e applicazioni per fare la differenza in un mondo che cambia

La PNL e la Magia del Linguaggio
La struttura della comunicazione efficace

Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere


La Ristrutturazione
La programmazione neurolinguistica e la trasformazione del significato

Voto medio su 2 recensioni: Da non perdere


La Metamorfosi Terapeutica
Principi di Programmazione Neurolinguistica

Voto medio su 3 recensioni: Buono


I Modelli della Tecnica Ipnotica
“Una deliziosa semplificazione delle infinite complessità del linguaggio che uso con i miei pazienti. Leggendo questo libro ho imparato molto sulle cose che ho fatto senza averne la minima idea” Milton H. Erickson

Voto medio su 2 recensioni: Da non perdere


La Struttura della Magia

Voto medio su 6 recensioni: Da non perdere


Ipnosi e Trasformazione
La programmazione neurolinguistica e la struttura dell’ipnosi

Voto medio su 7 recensioni: Da non perdere


tratto da: https://www.cocooa.com/i-7-geni-della-pnl/